ADRIANA RUSSO, UNA DEDICA IN CINETECA

Una dedica ad un’attrice trasversale: Adriana Russo, figlia del celebreM° pittore Mario Russo, sulla quale si accenderanno i riflettori ilprossimo 16 dicembre in occasione di un ritratto d’artista pressola Sala Trevi nello spazio intitolato ad Alberto Sordi, in vicolo delPuttarello 25. Dagli esordi con Ettore Scola, nel grottesco “Bruttisporchi e cattivi”, l’attrice ha colorato la sua carriera con unaserie di successi in un mirabile percorso che l’hanno resaprotagonista negli anni ottanta di popolarissime commedie firmate dagrandi registi tra i quali Steno, Luciano Salce, Pasquale FestaCampanile, Sergio Martino, Tonino Cervi, ma ha rivestito anche ruolidi natura drammatica per autori come Franco Giraldi, Elda Tattoli,Damiano Damiani, Sergio Corbucci, Nanni Loy, Giuseppe Ferrara. Nelviaggio a spasso nel tempo, promosso da Graziano Marraffa incollaborazione con la Cineteca Nazionale, che vedrà la Russo alcentro di un incontro, moderato dallo stesso Marraffa, si parleràanche del suo impegno a teatro, con Gassman e Albertazzi, e nellefiction, dove è stata diretta da Sandro Bolchi, Fernando Di Leo,Pier Francesco Pingitore, Carlo Vanzina, Ricky Tognazzi. Una rassegnadi racconti, ricordi, emozioni, accompagnata da una serie diproiezioni che, a partire dalle 17.00 , catapulteranno glispettatori, gli affezionati, gli amici di sempre, in un appuntamentospeciale a “tu per tu” con l’affascinante vita di AdrianaRusso.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti.