ATTENTI AL TRABOCCHETTO

di MAURIZIO LIVERANI

Ora che il sogno dell’Europa Unita si è avverato, una verità ci sta piombando addosso. Per quanto possa sembrare inverosimile lo spirito dell’Europa non esiste. Esisteva vivo prima della caduta del Muro, “crollato senza avvertirci”. Per i comunisti l’unione doveva essere l’estremo tentativo per salvarsi. Il comunismo è fallito molto prima della caduta del Muro perché è stato il tradimento teorizzato del socialismo. In Cile ha preferito Pinochet ad Allende; in Spagna, vivo Franco, inviò tonnellate di carbone per vanificare lo sciopero dei minatori delle Asturie. In Francia, il comunista Marchais ha sabotato le alleanze delle sinistre perché non prevalesse il socialista Mitterand. La storia è piena di esempi del genere, esempi che dimostrano come il nemico del socialismo non è mai stato il capitalismo ma il comunismo. Per avere un socialismo europeo bisogna imboccare la via della moderazione rispettosa dell’ordine e della democrazia. I commentatori, nel guazzabuglio attuale, hanno individuato la debolezza dello spirito europeo. E’ vero, ma nella mancata solidarietà con l’Italia non colgono una sfumatura. La Francia, vuol trarre i massimi privilegi con Tripoli emarginando l’Italia. Mentre i nostri governanti sono, soprattutto, impegnati nella questione dei migranti, i finti alleati agiscono subdolamente per impedire che si realizzi un’intesa tra noi e la Libia. Su questo punto i commentatori sono reticenti; l’esigenza della verità disturba. I nostri governanti, purtroppo, hanno i calcoli nel cervello e rischiano di cadere nel trabocchetto degli alleati europei.

MAURIZIO LIVERANI