CIAPICA-RICCI, DUETTO DA NON PERDERE

CIAPICA-RICCI, DUETTO DA NON PERDERE

Oggi al via il modulo V del master Dibaf-Unitus per “Narratori di comunità”. Al centro della riflessione bosco, paesaggio e narrazione, Corpo Forestale, incendi e comunità Inizia venerdì 18 gennaio (ore 15) in aula blu al Dibaf-Unitus un fine settimana dedicato al paesaggio, al bosco, alle sue culture e comunità. Ospite d’onore di questa tornata: Silvio Ciapica, viterbese di origine e ligure d’adozione, già appartenente al Corpo forestale dello Stato, esperto di boschi e di indagini sui reati ambientali.  Venerdì, Antonello Ricci e gli altri della Banda del racconto, parleranno con lui delle sue precedenti esperienze in materia di tutela e salvaguardia del paesaggio (con particolare riferimento a quello boschivo), ragionando intorno all’art. 9 della Costituzione della Repubblica Italiana.

Sabato mattina invece, sempre in aula blu, a partire dalle 9, incontreremo un altro versante della poliedrica figura di Ciapica. Sempre parlando di boschi e di cultura forestale, di bosco e comunità, incontreremo infatti il Ciapica studioso, autore di un denso e rigoroso saggio storiografico intitolato “Guerra in montagna nell’estate del 1944. Il Corpo Forestale dello Stato” (pubblicato su “Studi e ricerche di storia contemporanea” 85): una puntigliosa ricostruzione della tragica morte del maresciallo capo forestale Michele Menechini, di origini altolaziali ma ucciso in Liguria. Nel pomeriggio infine, Silvio Ciapica, svestita la divisa e accompagnato all’armonica da Antonello Ricci, suonerà e canterà alcune canzoni composte a quattro mani col Ricci stesso, incentrate anch’esse su paesaggi e storie di comunità locali, tra Tuscia, Maremma, Liguria, e già proposte al pubblico in varie occasioni a partire dal 2010. Una lezione-concerto davvero da non perdere!