DA DOMANI A ROMA IL CINEMA SPAGNOLO E LATINO AMERICANO


FESTIVAL DEL CINEMA SPAGNOLO E LATINOAMERICANO

Roma 2 – 7 ottobre 2020

Al Cinema Farnese la 13a. edizione del festival itinerante

In un clima di speranzosa ripresa per il cinema, si apre domani venerdi 2 ottobre (fino al 7 ottobre) al Cinema Farnese di Roma, la 13ª edizione del Festival del cinema spagnolo e latinoamericano. Una edizione speciale già iniziata a Messina e Napoli e che, prima dell’edizione romana, farà tappa all’Auditorium Ex-Gil di Campobasso dal 28 al 30 settembre.

Tra le novità di questa 13a edizione, il Premio del Pubblico che sommerà i voti raccolti nelle diverse tappe del Festival (Roma, Campobasso, Napoli e Messina), e sarà proclamato il 7 ottobre nell’evento speciale di chiusura. Per votare: www.cinemaspagna.org

La manifestazione, curata e organizzata da Iris Martin-Peralta Federico Sartori (Exit Media) propone, come di consueto, una selezione di qualità dell’ultimo cinema spagnolo e latinoamericano in versione originale sottotitolata in italiano, con titoli inediti e anteprime nazionali assolute. “La situazione presente – sottolineano i due curatori – pur complicata, ci porta a non rinunciare alla condivisione della cultura e al dialogo. Il cinema segna una strada per il rincontro!”.

La Nueva Ola, sezione principale del festival, presenterà le migliori pellicole iberiche dell’ultima stagione, tra cui il film di apertura, “70 Binladens – Le iene di Bilbao”, che sarà distribuito in Italia tra l’autunno e l’inverno 2020, thriller di Koldo Serra, regista della celebre serie Netflix “La casa di carta”.
Quindi l’eclatante esordio alla regia di 
Belén Funes, “La hija de un ladrón” ruota intorno a Sara, una ragazza-madre costretta a contare solo su se stessa, con il grande desiderio di ricomporre un nucleo familiare e riavere ciò che le è stato tolto.

Realtà e finzione si uniscono in “Els dies que vindran, film diretto da Carlos Marqués-Marcet e vincitore assoluto al Festival di Malaga 2019 e di tre Premi Gaudì 2020.

O que arde – Verrà il fuoco”, terzo lungometraggio firmato da Oliver Laxe, punto di riferimento del cinema d’autore del nuovo cinema spagnolo, indicato da Bong Joon-ho come uno dei cineasti più promettenti nel prossimo cinema mondiale.
Il regista 
Samuel Alarcón sarà a Roma per presentare “Oscuro y Lucientes”, la storia e i curiosi avvenimenti che scaturirono dalla morte del grande genio della pittura Francisco de Goya y Lucientes.
Tra i titoli presenti nell
sezione Latinoamericana: il peruviano Canción sin nombre”, sontuoso esordio alla regia di Melina León, in concorso alla Quinzaine des Réalisateurs di Cannes 2019 e pluripremiato nei festival di tutto il mondo, La Camaristadi Lila Avilés, film candidato per il Messico ai Premi Oscar 2020, Tony driver, di Ascanio Petrini, proiettato come Evento Speciale fuori concorso.

Piazzolla, la rivoluzione del tango” (FOTO), dell’argentino Daniel Rosenfeld, è, quindi, un inedito ed evocativo viaggio nel cuore della vita e della musica di Astor Piazzolla.

Nella sezione “Clasicos”, l’omaggio a Lucia Bosé, la grande attrice italo-spagnola scomparsa lo scorso 23 marzo, di cui saranno proiettati tre film facenti parte degli inizi della sua carriera.

Quarto classico in programma l’omaggio al grande genio di Luis Buñuel per il 50° anniversario di “Tristana”, coproduzione italo-franco spagnola con Catherine Deneuve, Fernando Rey e Franco Nero.

Chiude il festival, mercoledì 7 ottobre alle ore 21:00 l’ultimo film di Pedro AlmodóvarDolor Y Gloria, interpretato da Antonio Banderas (per questo film vincitore della Palma d’Oro a Cannes come Miglior attore), Penélope Cruz, Leonardo Sbaraglia e Cecilia Roth.
Tutti i film sono proiettati in lingua originale con sottotitoli in italiano.

Il Festival, che ha l‘obiettivo di creare e mantenere uno spazio positivo di dialogo tra l’Italia, la Spagna e l’America Latina, promuovendo attraverso il cinema di qualità i legami culturali, artistici e istituzionali tra questi territori, è sostenuto dall’Ambasciata di Spagna in Italia, A/CE (l’agenzia di promozione estera del Ministero della Cultura spagnolo); la Regione Lazio; la Fondazione Foqus di Napoli; il Comune di Napoli; la Regione Campania Film Commission; l’Instituto Cervantes; la Fondazione con il Sud; la Fondazione Horcynus Orca di Messina; Fondazione Molise Cultura; la Reale Accademia di Spagna a Roma e Turespaña, l’ente del turismo spagnolo.


Per informazioni:

www.cinemaspagna.org
festival@cinemaspagna.org
www.facebook.com/CinemaSpagna
https://twitter.com/exitmedia
www.instagram.com/cinemaspagna/ 
tel. (+39) 3805908856 / (+39) 3405529271