DONNE VITTIME DI VIOLENZA: SE NE PARLA AL DE MERODE

Giovedì 20 dicembre alle ore 9,30 avrà luogo all’interno del Collegio San Giuseppe Istituto De Merode il primo convegno dell’Associazione“Vite dimenticate” a sostegno delle donne vittime di violenza anche quando non sono pronte a denunciareSTATO DELL’ARTE LACUNE,CARENZE E SPAZI DI INTERVENTO”.

“Spesso il destino della vittima dipende dalle persone che incontra sul proprio cammino”
Vite Dimenticate è l’Associazione no-profit costituita da professioniste donne concretamente impegnate nel sociale che aiutano le vittime di violenza e maltrattamenti a ritrovare serenità e autostima per far si che si possa tornare a sorridere e ad essere felici mirando alla realizzazione di un nuovo progetto di vita.”

Al Convegno saranno presenti come relatori:

l’Avv.  Gelsomina Cimino Presidente Associazione Vite dimenticate che presenterà l’Associazione e parlerà della necessità di tutela anche delle donne che subiscono violenza,  ma che non denunciano per paura dei loro aggressori, la legge italiana non supporta economicamente le case di accoglienza, ne le tutela , non permettendo loro di essere accolte e tutelate in luoghi sicuri.

L’associazione ha in programma di:

  • Aprire delle case per le donne che non denunciano e per quelle che denunciano, data la carenza di case.
  • Aprire  sportelli di ascolto e supporto.
  • Maggiore attenzione per i minori che  spesso non seguono la madre nelle case di accoglienza perché non sono organizzate per loro, non vengono accolti i loro animali
  • Necessità di una maggior tutela legislativa dei minori figli delle vittime di violenza .

Tutto questo è un deterrente delle donne a denunciare.

l’ On. Maria Spena membro Commissione parlamentare per l’Infanzia e l’Adolescenza. Firmataria progetto di Legge adozioni single. Con lei si tratterà il tema della violenza assistita, il minore da semplice danneggiato del reato, quale è nella normativa attualmente in vigore, è necessario che diventi vittima diretta e quindi persona offesa e soggetto che può costituirsi parte civile.

l’On. Mariastella Gelmini  –    Camera dei deputati già Ministro dell’Istruzione,  Riforma di Legge sulla legittima difesa, le verrà chiesto di approfondire il capitolo legittima difesa delle donne in caso di violenza , se la donna ha la certezza, nel caso reagisse alla violenza che la legge la tuteli potrebbe essere maggiormente determinata a reagire ed a denunciare la violenza stessa.

l’On. Maria Edera Spadoni  –    Vice presidente della Camera dei deputati –    Commissione Uguaglianza e non discriminazione Parigi. Con lei si trattera’ il tema  della tutela dei minori nel contesto familiare.

La Prof.ssa  Donatella Caserta Professore Ordinario di Ginecologia, Direttore  U.O.C. Ginecologia  – Azienda Ospedaliero Universitaria Sant’Andrea, le verranno poste domande sulla percentuale di donne che si recano all’ospedale dopo aver subito violenza ma che non denunciano.

la Prof.ssa Loredana Petrone Primario Psicologia infantile Azienda Ospedaliera San Camillo Forlanini, parlerà della sua esperienza di minori, figli di donne che hanno subito violenza percentuali e possibili interventi medici a supporto.

Il Dott. Stefano Racheli PM Ex Procuratore Generale Corte di Cassazione Sezione Minori. Chiuderà il convegno testimoniando sulla realtà: i minori figli di donne che hanno subito violenza e che sono a loro volta vittime di violenza indiretta : diventano violenti e commettono reati ? Percentuali e casi.

PRIMO CONVEGNO DELL’ASSOCIAZIONE “VITE DIMENTICATE”

A sostegno delle donne vittime di violenza anche quando non sono pronte a denunciare

STATO DELL’ARTE lacune, carenze e spazi di intervento

Giovedì 20 dicembre – ore 9,30Collegio San Giuseppe Istituto De Merode

Via Alibert, 5 – (via Margutta) – Roma