IL NERO PERDE SEMPRE DI PIU’

Sul palcoscenico del Teatro Porta Portese, lunedì 3 dicembre approda Come il Nero negli Scacchi, monologo scritto, diretto e interpretato da Paolo Fosso. Uno spettacolo che racconta l’ansia ossessiva in chiave comica e drammatica, alternando momenti di profonda riflessione a momenti di graffiante ironia.Nel film Il Banchiere Anarchicopresentato al Festival di Venezia 2018 dove ha ottenuto consenso unanime di critica e pubblico, Paolo Fosso torna a teatro con il suo testo e la sua interpretazione in Come il Nero negli Scacchi edito in volume da Amarganta.

Un unico attore in scena che si muove tra buio, luci ed elementi scenici essenziali evocando altri personaggi, che racconta con ironia e profondità la sua vita vissuta in compagnia della sua ansia ossessiva.

Cosi l’autore, nonché protagonista, racconta il suo spettacolo “Secondo un’antica tradizione di gioco, negli scacchi i pezzi neri hanno una percentuale più alta di sconfitta rispetto ai bianchi. In poche parole, il giocatore cui toccano in sorte i pezzi neri, a parità di abilità dei giocatori, o perde o pareggia.

È l’amara conclusione a cui giunge il protagonista di questo spettacolo quando, costretto a cambiare dopo venti anni di cure il proprio analista per un evento imprevedibile, ripercorre con la memoria le ragioni che lo hanno spinto ad intraprendere la psicoterapia.Ripercorre così tutti i sintomi che hanno afflitto la sua vita di sofferente di ansia ossessiva accompagnata da depressione; disturbi, questi, che riguardano milioni di persone e che, se all’esterno si manifestano con comportamenti che suscitano ilarità, trascinano chine soffre in un vero inferno quotidiano, fatto di vera sofferenza.

Però, tutto questo è anche un motivo per una presa di coscienza, che permette al protagonista stesso di giungere alla conclusione che questa particolare condizione, affrontata nella giusta maniera, è anche un’opportunità di affrontare l’esistenza da un’angolazione d’eccezione, cogliendone particolari profondi che ad altri sfuggono.

Così, tra il tragico ed il comico, il protagonista scopre che, quando a volte la Vita prende una piega strana e tutte le pedine sembrano ormai in posizione finale, il Nero, inaspettatamente…”

Il testo dello spettacolo è edito da Amarganta.

Lunedì 3 dicembre 2018 ore 21.00, Teatro Porta Portese, Roma

di e con Paolo Fosso

regia Paolo Fosso

Produzione Associazione Culturale Masaccio

Categorie Teatro