MAURIZIO COSTANZO: CON STRABIOLI RITORNO AL TEATRO

MAURIZIO COSTANZO: CON STRABIOLI RITORNO AL TEATRO

Da martedì 10 a domenica 15 marzo 2020, l’OFF/OFF Theatre ospita il ritorno al teatro di Maurizio Costanzo che, dopo più di dieci anni dalla sua ultima opera destinata alle scene (“Parlami di me”, scritta con Vaime), firma la commedia dedicata agli amanti, come non esistono più. Come fossero una specie in via di estinzione, Maurizio Costanzo li descrive nel testo “Abolite gli Armadi, gli Amanti non esistono più!”, diretto da Pino Strabioli, in scena insieme a Sveva Tedeschi, Veronica Rega, Luca Ferrini, Alberto Melone e David Nenci. “Nel 1973, o giù di lì, insieme a Marcello Marchesi, per la regìa di Garinei e Giovannini, scrissi “Cielo Mio marito!”, l’antica storia del tradimento. A distanza di 47 anni ho cercato di fotografare la situazione attuale”. racconta Maurizio Costanzo -,Mi sono reso conto che gli armadi a muro non servono più perché apparentemente gli amanti sono finiti. Ma poi, ho anche pensato che ci sono dei nuovi armadi a muro: i cellulari. Se vi riesce: buon divertimento!”. Una dichiarazione di intenti quella di Costanzo, che preannuncia il racconto di una tra le situazioni più comuni dei giorni nostri, il tradimento via etere. Chat, siti online dedicati, WhatsApp. Un proliferare di possibilità foraggiano l’idea che il tradimento sia sempre più alla portata di tutti (e di smartphone). Un modo come un altro per dire che oggi l’armadio ce lo portiamo in tasca. E’ proprio dietro le ante del nostro cellulare che nascondiamo il meglio o il peggio della nostra intimità, comodamente a portata di mano e senza il rischio che il nostro partner venga a scoprirlo piombando nella nostra stanza all’improvviso. Una fotografia del nostro tempo, resa in modo ironico dal testo firmato da Maurizio Costanzo per Pino Strabioli e l’OFF/OFF Theatre.

Note di Regia, a cura di Pino Strabioli: Una conferenza, un convegno, una prolusione sull’adulterio di ieri e di oggi. Il tradimento nella sua storia. Una giostra teatrale su una delle istituzioni del mondo occidentale: le corna! Maurizio Costanzo mi ha consegnato un copione stracolmo di situazioni e parole, riferimenti e allusioni. Dall’intramontabile grido “Cielo mio marito” alle tentazioni virtuali. Gli amanti escono dagli armadi per finire nei computer. Per chi fa questo mestiere Maurizio Costanzo è un vero punto di riferimento; spero di non tradire le sue aspettative e soprattutto la fiducia che mi ha dimostrato consegnandomi “Abolite gli armadi, gli amanti non esistono più” commedia che segna il suo ritorno alla scrittura teatrale dopo dieci anni. Con la complicità di Luca Ferrini, Sveva Tedeschi, Veronica Rega, Alberto Melone e David Nenci ci stiamo divertendo alla costruzione di questo gioco leggero e scanzonato, omaggio all’eterno triangolo marito-moglie-amante.

Categorie Teatro