QUELL’OSSO SI CHIAMA HOLLYWOOD

Dopo il successo negli Stai Uniti, al Festival di Avignone e a Parigi, arriva il 6 marzo all’Off Off Theatre di Roma Quattro cani per un osso, la commedia strepitosa sui retroscena di un film di Hollywood, scritta dal Premio Oscar (Stregata dalla Luna) e Premio Pulitzer (Il Dubbio) John Patrick Shanley, e diretta dal regista e fotografo italo-americano John R. Pepper.

Tre attori e un produttore lottano per il controllo di un film. Bugie, colpi bassi, sesso e vendette…tutto è permesso. L’innocente scrittore di off-Broadway diventerà un altro squalo di Hollywood.

In “Quattro Cani per un osso”, Brenda, una giovane attrice apparentemente innocente, incontra Bradley, un problematico produttore di mezza età, per discutere del film sul quale stanno lavorando.

Brenda vuole diventare una star, ha anche cantato per questo! Ma Collette, l’altra attrice nel film, tenta di ostacolarla. Brenda deve convincere Bradley che il film è seriamente in pericolo se non si fanno i dovuti cambiamenti, uno dei quali è tagliare la parte di Collette.

Bradley, sapendo che il film sta sforando il budget, promette a Brenda che realizzerà le sue ambizioni qualora lei riuscisse a convincere il suo fratellastro, una grande star del cinema, a partecipare al film garantendo così incassi e successo.

Nel frattempo Collette ha le sue strategie: è consapevole di non essere più così giovane, vuole convincere anche lei Victor, lo sceneggiatore, a modificare il film così da diventarne l’eroina, oppure il suo sesto film sarà destinato a perdersi in un art house o peggio, ad uscire direttamente in dvd.

Victor è un giovane scrittore naif, che viene dalla Off-Off Broadway, non sa come destreggiarsi con tutto questo e sua madre è appena morta. Ha bisogno di elaborare il lutto e di bere fino a sfinirsi prima di fare dei cambiamenti al copione.

In sala trucco, Brenda e Collette scoprono di aver provato a pugnalarsi alle spalle l’un l’altra, il conflitto le conduce ad una sorta di lotta fra gatte, come solo le attrici sanno fare e culmina con un finto accordo.

Nella scena finale Bradley e Victor si confrontano faccia a faccia sulle condizioni del film, vengono interrotti da Brenda e Collette, tutte le bugie e i retroscena saltano fuori. Sono quattro cani che corrono dietro al loro osso.

———————-

OFF OFF THEATRE

Da martedì 6 a domenica 18 marzo 2018

Via Giulia 20, Roma

QUATTRO CANI PER UN OSSO

di John Patrick Shanley

traduzione Leonardo Sbragia / adattamento Enrico Vanzina

con Cristina Cirilli, Paolo Giangrasso, Neva Leoni, Pietro Montandon

Regia John R. Pepper

scene e costumi Mela Dell’Erba – disegno luci e suono Patrick Boggero

musiche originali Jameson Pepper eseguite da ‘The PepperBrothers’

con il sostegno della‘Missione Diplomatica degli Stati Uniti D’America in Italia’

fotografie Gabriele Lentini – riprese video Alessandro D’Amico