UNA STORIA PRIVATA CHE SI INTRECCIA CON LA STORIA

AL PICCOLO ELISEO, LUNEDI 16 MAGGIO –

Tre romanzi in uno. Tre diversi momenti storici. Due continenti. Il punto che non conosco è una storia privata che si intreccia con la Storia del nostro paese. Una storia d’amore lunga trent’anni, dal 1993 al 2023, struggente e appassionata come un tango danzato sul ring della vita. Una storia in bilico tra l’Italia e l’Argentina, narrata attraverso tre generi letterari diversi: melò, realismo magico e fantapolitica.
Apparentemente indipendenti e scritte in tempi storici diversi, le tre storie che compongono il romanzo sono in realtà collegate l’una all’altra da un protagonista, da una ricerca, da una storia d’amore. È la storia di Valter, Don Chisciotte silenzioso e caparbio dei giorni nostri, un uomo che è “facilissimo ferire, quasi impossibile fare arrendere”. Valter non ha talento per la vita, inadatto com’è ai rapporti familiari, sentimentali, aziendali, sociali. È un anonimo impiegato della più grande azienda pubblicitaria italiana. Un giorno incontra Gezia Young, una fredda e risoluta problem solver…

Scrive lo scrittore Valerio Evangelisti: Luigi Sardiello è uno stilista. Non una parola fuori posto, un aggettivo ridondante, una frase che non sia tersa e necessaria. Ma l’eleganza non esaurisce i meriti di questo romanzo, che non somiglia a nessun altro. Si passa tra diverse situazioni geografiche e temporali guidati dalle psicologie – credibili, solide, raffinate – che sovrastano i paesaggi e guidano nei loro labirinti. E c’è profondità persino nella sconcertante ultima parte, onirico-fantascientifica, dove la critica sociale sembra prevalere. In realtà prevale la maestria del narratore, che ha creato una storia inclassificabile. Dal mio punto di vista, il più grande dei complimenti.

Il punto che non conosco è il quinto libro di Luigi Sardiello, direttore della rivista di cinema Filmaker’s magazine e docente di scrittura creativa presso l’Università La Sapienza di Roma, noto al grande pubblico per aver scritto e diretto i film Piede di Dio (con Emilio Solfrizzi, 2009) e Il pasticciere (con Antonio Catania ed Ennio Fantastichini, 2013), vincitori di numerosi premi e distribuiti in molti paesi. Ha pubblicato La sfrontatezza del cuore (Ibiskos, 1989), vincitore del Premio Gronchi 1990, Pentalogia semplice (Salerno editore, 1995), Dieci meno con Francesco Ventura, Licosia, 2015) e il manuale Scrivere per comunicare (con autori vari, Bompiani, 1997).

Con Il punto che non conosco di Luigi Sardiello LICOSIA EDIZIONI dà il via alla collana di narrativa Vertigo, che vuole essere un orecchio teso verso la modernità, per tentare di capire anche attraverso la letteratura il palpitare delle nostre società. Tra le varie pubblicazioni, va segnalata di recente la prima biografia in Italia di Jeremy Corbyn, il nuovo leader del Partito Labourista inglese.

——————————-
Il punto che non conosco
di Luigi Sardiello
Collana Vertigo
1 ISBN | 978-88-99796-01-3 © 2016
Licosia Edizioni
301 pagine, 15,00 euro
Copertina: Luigi Vernieri – Illustrazione: Alberto Ruggirei

—————————————————————
Lunedì 16 maggio 2016, ore 18.30
Piccolo Eliseo
incontro con
Luigi Sardiello
in occasione della pubblicazione del romanzo edito da Licosia Edizioni (2016)
ne discute con l’autore
Carlo D’Amicis (Fahreneit, Radio3)
letture di 
Emilio Solfrizzi
performance di tango di Alexandra Wood & Paolo Gasparini


Per raggiungere il punto che non conosci devi seguire la strada che non conosci”
San Giovanni della Croce