TEATRO MARCONI, ESTATE IN FESTIVAL

Marconi Teatro Festival. Tutti i colori dell’arte. Recita così lo slogan del grande evento estivo che dal 4 luglio al 6 agosto regala a tutti una Grande Estate a Roma.

Due palchi, uno interno e uno esterno, 34 serate, 60 spettacoli che vedranno in scena 180 artisti. Per un totale di 500 posti a sedere e 170 ore di interattenimento in uno dei pochi spazi romani che può vantare un grande parcheggio interno. È questo quello che ha realizzato Felice Della Corte, direttore del Teatro Marconi che, per questa nuova e importante avventura ha voluto accanto a sè Riccardo Barbèra e che, con l’aiuto di Ilaria Ceci e Davide Sacco, ha dato vita ad un cartellone di eventi che spaziano dal teatro, alla letteratura, dalla musica alla danza.

Claudio Boccaccini, Paolo Triestino, Pino Insegno, Nicola Pistoia, Marco Simeoli, Francesca Nunzi, Giuseppe Manfrini, Marco Morandi, Antonio Grosso, Cinzia Tani, Marco Cavallaro, Riccardo Barbèra, sono solo alcuni dei nomi che calcheranno le tavole dei due palcoscenici allestiti per ben cinque settimane.

 

Si parte il 4 luglio, dunque, con uno spettacolo che sempre cattura il cuore degli spettatori. In scena Claudio Boccaccini con La foto del Carabiniere, in scena alle ore 21.45. Un monologo esilarante e tragico, a volte nostalgico, a tratti sferzante che prende spunto dall’omicidio di Salvo D’Acquisto per raccontare una storia “vera fin nei dettagli”, per ridere, piangere e riflettere. Il 5 luglio alle ore 21.00 è la volta di Tèchne Trio, Giovanna De Rubertis (pianoforte), Francesca Romana Fioravanti (violino) e Eszter Nagypal (violoncello). La Buona Musica per il Grande Schermo, la sperimentazione di nuovi impasti sonori e un’esecuzione tesa a divertire ed emozionare: questo è l’appuntamento con TÈCHNE TRIO, un ensemble femminile (violin, violoncello e pianoforte) che sa unire passione, temperamento e abilità. Da “The Imitation Game” a “Frozen”, da “Anna Karenina” ai “Pirati dei Caraibi”, passando per “Twilight” e “Game of Thrones”, un piccolo grande viaggio attraverso le note della Settima Arte. Alle 21.45, sempre del 5 luglio,  è in scena  I’mperfect  con le coreografie e la direzione artistica di Michela Mucci e le danzatrici Sara Bertoglio, Emanuele Grazini, Elena Paglialunga. Lo spettacolo vuole essere un’indagine sull’equilibrio, sulla sua fine e sulla nascita di un nuovo equilibrio, un racconto ideale e schematico dell’evoluzione. Vuole mettere a fuoco l’essere umano e in particolare soffermarsi sulla tensione dell’uomo imperfetto che, vivendo la tensione verso un’idea di perfezione, scopre tutta la forza dei sentimenti.

 

Il 6 luglio Colpo di Scena. Mille Luci sul Varietà! Marco Simeoli firma la regia di questo omaggio ai grandi nomi del varietà da Ettore Petrolini a Raimondo Vianello, da Dario Fo a Monica Vitti, passando per la grande musica di Gabriella Ferri e  Fred Buscaglione, e i balletti in pieno stile charleston, con qualche tocco di tip tap. COLPO DI SCENA – MILLE LUCI SUL VARIETÀ con Gisella Coluzzi, Nicola Curti, Stefano Dattrino, Chiara David, Stefano Dilauro, Claudio Di Paola, Lorenza Giacometti, Matteo Magazzù, Lele Nardozi, Beniamino Presutti, con la partecipazione di Simone Gallo e le Coreografie Alina Person e Marco Rea

Vocal coach Silvia Gavarotti e Giada Nobile “Un, due, tre, un colpo di scena arriverà!”. Un omaggio ai grandi nomi del varietà da Ettore Petrolini a Raimondo Vianello, da Dario Fo a Monica Vitti, senza dimenticare la grande musica, da Gabriella Ferri a Fred Buscaglione, e i balletti in pieno stile charleston, con qualche tocco di tip tap. Insomma un vero e proprio varietà di altri tempi che tornerà a far immergere i più nostalgici nelle atmosfere di un periodo ormai passato, e a far scoprire ai più giovani i grandi nomi dello spettacolo italiano!

 

La stessa sera sul palco esterno Il fantasma della garbatella scritto e diretto da Gabriele Mazzucco con Andrea Alesio, Chiara Fiorelli, Teo Guarini, Federica Orrù, Paola Raciti in scena con lo stesso spettacolo anche il 20 luglio. Nella vita di Lallo non ci sarebbe nulla di particolarmente strano, se non fosse che lui è morto, due anni prima, in circostanze misteriose. Sarà tornato per fare giustizia? Uno spettacolo che affronta tutti gli aspetti della natura umana, dai più cinici ai più altruisti, in un alternarsi di risate e fredde conclusioni.

 

Spazio alla letteratura il 7 luglio alle ore 19.30 con la presentazione del primo romanzo di Danilo Montaldo, L’ultima melodia. Attraverso le vite che prendono forma da queste pagine, nascono interrogativi e spunti di riflessione sui rapporti di coppia al giorno d’oggi. Le mille, piccole coincidenze contenute in questa storia, sono la dimostrazione che se un destino esiste, esso fa di tutto per far trionfare l’amore.

La stessa sera alle 21.00 protagonista assoluta sarà la musica Gospel con Timothy Martin & The Amazing Grace Gospel Choir diretto da Timothy Martin. L’Amazing Grace Gospel Choir è il più importante coro gospel di Roma diretto da un prestigioso professionista e performer americano. È composto da 34 cantanti più un ensamble di musicisti.

Dalla suggestione di Amazing Grace, uno dei più antichi e popolari canti gospel della tradizione musicale afro-americana, parte un’iniziativa culturale per la conoscenza, la promozione e la diffusione della tradizione del gospel a Roma e in Italia.

I due giorni successivi, l’8 e il 9 luglio alle 21.00 Vissi per Maria di Roberto D’Alessandro con Siddharta Prestinari nei panni della governante di Maria Callas intenta ad accogliere il pubblico tra thè e pasticcini prima che la Madame rientri.  Sempre l’8 luglio alle 21.45 Konfusions scritto e diretto da Alessio Rizzitiello. Una pièce in cinque quadri. Cinque situazioni paradossali che sdrammatizzano con il grottesco altrettanti momenti di vita quotidiana.

Il 9 luglio Charlie Chaplin, storia di un uomo scritto e diretto da Luca Pizzurro. “Charlie Chaplin, storia di un uomo” è il bisogno di scoprire il trucco che rende strabiliante la magia, è il bisogno di scomporre gli elementi di un miracolo, il bisogno di comprendere le basi che costituiscono le fondamenta per la costruzione di un mito, il mito di Charlie Chaplin.

 

 

Marconi Teatro Festival

dal 4 luglio al 6 agosto 2017

Teatro Marconi

viale Guglielmo Marconi 698 e

Contatti www.teatromarconi.itinfo@teatromarconi.it – Tel 06.49.53.554

Biglietti  Intero 16 €; Ridotto 13 €