8* CENTENARIO DEL PRESEPE: PIOVANI, LDA, BRANDUARDI E CELESTINI A GRECCIO

8* CENTENARIO DEL PRESEPE: PIOVANI, LDA, BRANDUARDI E CELESTINI A GRECCIO

Proseguono gli eventi di “Greccio 2023. Un anno con Francesco a Greccio, Rieti e Valle Santa”, in occasione dell’ottavo centenario della prima rappresentazione del Presepe. Dopo i gemellaggi, lo sport, la danza, il teatro, l’arte, stavolta è protagonista la musica con i concerti gratuiti di Nicola Piovani, LDA e Angelo Branduardi (foto). Tre concerti “firmati” iCompany, azienda specializzata nell’ideazione, gestione e realizzazione di eventi e produzioni musicali a trazione culturale.

Domenica 27 agosto (ore 19.00) sarà la volta del premio Oscar Nicola Piovani, che si esibirà nel Prato del Santuario di Greccio con il concerto “La musica è pericolosa”. Domenica 3 settembre (ore 21.00), a Poggio Bustone, sarà possibile assistere al concerto di LDA, giovane promessa della musica italiana. Infine, il 4 settembre – sempre a Greccio (Prato del Santuario) – arriverà Angelo Branduardi con “Confessioni di un malandrino”, riproponendo i suoi brani più celebri in duo col polistrumentista Fabio Valdemarin.

“Altri tre eventi all’interno del programma del Comitato Nazionale Greccio 2023, di cui andiamo particolarmente fieri. Dopo i gemellaggi, lo sport, la danza, il teatro, l’arte, stavolta sarĂ  la musica la protagonista: abbiamo fortemente voluto declinare il cartellone degli eventi verso tutte le arti e discipline, per abbracciare un pubblico il piĂą possibile trasversale e variegato”, commenta il Presidente del Comitato Nazionale Greccio 2023, Emiliano Fabi. “I concerti del premio Oscar Nicola Piovani, di LDA e di Angelo Branduardi, tutti rigorosamente gratuiti, segnano un altro momento di unione nel segno di un messaggio che interessa e coinvolge tutti”.

“I concerti al Santuario, in particolare, chiudono la brillante estate di Greccio 2023, iniziata a metĂ  giugno con la danza internazionale e artiste dai quattro continenti. Ora – afferma Paolo Dalla Sega, il manager culturale del Comitato – nello stesso Prato sottostante il Santuario, due grandi maestri della musica italiana in due concerti straordinari, alla luce del tramonto sulla Valle Santa. Così, la musica batte il tempo di otto secoli di storia.”

Ottavo centenario del presepe di Greccio

I tre concerti in programma a fine agosto e inizio settembre seguono le performance di giugno di Marie Germaine Acogny con il musicista senegalese Tarang Cissokho e di Annie Hanauer con la musicista Deborah Lenny, nella serata di danza intitolata “Con gli occhi del corpo”, citazione francescana dalle Cronache del Celano e motivazione storica del primo presepe del Natale 1223: raccontare con le immagini, con il corpo, con il movimento, più che con le parole. Sempre nell’ambito delle celebrazioni, da ricordare anche la grande mostra “Maria Lai. Il pane del cielo”, a Palazzo Dosi a Rieti fino al 15 ottobre, prodotta con l’Archivio Lai e il Museo del Novecento di Firenze. Il 5 agosto, poi, a Greccio si è tenuto un grande concerto della Banda Musicale della Guardia di Finanza. Il programma delle celebrazioni dell’ottavo centenario del presepe di Greccio proseguirà a ottobre con Ascanio Celestini, che porterà in scena il suo “L’asino e il bue”, dedicata al Presepe di Greccio. Un’opera nata nella primavera da un paziente lavoro di interviste e incontri con gli abitanti della Valle Santa. Si tratterà di un’anteprima assoluta, mentre il debutto è previsto a Roma a metà novembre e segnerà l’inizio di un tour che toccherà Milano, Torino, Genova, Bologna e Firenze.