AL PIGNETO SI PARLA D’ARTE

AL PIGNETO SI PARLA D’ARTE

Attori, cantanti, fotografi, illustratori, musicisti, performers, pittori, poeti, registi e scrittori.                   La cittadinanza di questo quartiere situato nel quadrante est della Capitale è molto variegata, tanto da fargli meritare l’accostamento con il celebre Greenwich Village newyorchese.

La Mostra si apre alle ore 19.00 con le opere, esposte nel foyer del cinema, di alcuni artisti del Pigneto: pittura, fotografia, scultura, installazioni, per raccontare come l’arte possa generare integrazione e dialogo.  Alle 20.30 la proiezione del lungometraggio.

            In questi ultimi decenni, il quartiere del Pigneto, a Roma, è diventato un centro di aggregazione di eventi culturali, nonché luogo di residenza di molti artisti. Fra questi c’è anche il regista Jo Amodio, nato a Brooklyn che dal 1987 vive nelquartiere dove ha realizzato un documento filmato dal titolo                   “Parlare d’arte. Al Pigneto”. Il documentario sarà presentato martedì 9 aprile, a partire dalle ore 19.00, con una mostra di artisti del Pigneto, seguita dalla proiezione (ore 20.30), presso il Nuovo Cinema Aquila (via l’Aquila 66 al Pigneto).  L’ingresso è libero fino ad esaurimento dei posti.

L’idea del regista Jo Amodio (foto) è nata dalla volontà di evidenziare l’attuale stato della produzione d’arte e di creare una testimonianza storica dell’importante lavoro svolto dagli artisti che vivono o lavorano al Pigneto. Altro aspetto del documentario è quello di raccontare di artisti che lottano in modo pacifico aspirando a un mondo migliore. 

“Parlare d’arte. Al Pigneto” afferma il regista Amodio vuol essere un viaggio attraverso le opere e i racconti di alcuni artisti del quartiere romano di cui si presenta il vero volto, fatto di arte, cultura e senso civico. Credo che l’arte sappia intercettare il bisogno di dialogo e integrazione in ogni latitudine del mondo, poiché si esprime con un linguaggio universale” – spiega Amodio. “Tanto che il progetto “Parlare d’arte”, a cui ho dato inizio in Mozambico, continua oggi al Pigneto di Roma e proseguirà in futuro per raccontare le periferie degradate del mondo che, attraverso l’arte, possono sperare in una rinascita e riqualificazione dei tessuti sociali. Allo stesso tempo ritengo che nel nostro Paese e nella nostra epoca sia sempre più difficile produrre arte”, precisa il regista.

IL QUARTIERE DELLA CAPITALE PROTAGONISTA DI UN DOCUMENTARIO

“PARLARE D’ARTE. AL PIGNETO”

| Martedì 9 Aprile 2019 |

| Mostra ore 19.00 | Proiezione ore 20.30 | Nuovo Cinema Aquila | Spazio Open |

Un filmato del regista italo americano Jo Amodio, attraverso le opere e i racconti di alcuni artisti del quartiere Pigneto di Roma.

Musiche di Andrea Alberti. OV2EWCj-ZSs

Categorie Teatro