BREXIT: UN CONVEGNO PER COMPRENDERE

di Barbara Soffici

L’Europa è stata destabilizzata dal risultato del Brexit: la volontà degli inglesi di uscire dall’Unione ha evidenziato, infatti, tutta la fragilità di questa istituzione, della sua costruzione (anche per quanto riguarda la sicurezza e gli scambi di persone, cose, capitali) e ha messo in discussione i principi sui quali si fonda, da qualche decennio, l’ordine mondiale. Londra ha sempre avuto un ruolo importantissimo nella strategia continentale; e per questo ha sempre goduto di condizioni privilegiate rispetto agli altri Paesi europei. L’Eurozona, oppressa da tempo da una deflazione stagnante, con il risultato del Brexit, si è trovata improvvisamente più esposta non solo nella sicurezza, ma anche politicamente, economicamente e finanziariamente. Il risultato del referendum inglese modifica, perciò, profondamente le migrazioni dei flussi di capitali e le istituzioni globali di intermediazione; segna una nuova stagione per l’Europa e per il commercio mondiale. Una stagione di incertezza crescente, rinvigorita anche dalla recente elezione del nuovo Presidente degli Stati Uniti. La Gran Bretagna e l’America hanno infatti avuto sempre una “relazione speciale”; le rivendicazioni protezionistiche di Trump potrebbero, dunque, influenzare, interferire pesantemente sul negoziato di uscita di Londra dalla Ue.

Con l’intento di continuare l’attività civile e sociale che la contraddistingue, l’apartitica e anti-ideologica ANDE Marche (Associazione Nazionale Donne Elettrici Marche) ha scelto di affrontare il tema dell’uscita dell’Inghilterra dalla Ue per andare incontro alle esigenze di quei giovani italiani che, particolarmente aperti al confronto, vedono Londra come un punto d’incontro, un crocevia di nuove idee, un luogo di possibilità e di occasioni.

Il Convegno è nato quindi con l’obiettivo non solo di comprendere il fenomeno “Brexit” (partendo dalle sue radici storiche-politiche) e di analizzare il suo impatto sulla Ue e sui mercati finanziari, ma anche di valutare le possibili aperture internazionali per l’Italia e in particolare per le Marche.

Interverranno l’On. Ing. Francesco Merloni (Presidente Fondazione Aristide Merloni), la Prof.ssa Graziella Vitali (Presidente ANDE Marche), il Dott. Marco Ottaviani (Presidente Fondazione Cassa di Risparmio di Fabriano e Cupramontana), il Dott. Gabriele Magrini Alunno (Direttore di BANCA ITALIA Ancona), il Dott. Lorenzo Castellani (Centre for Public Impact LUISS), il Prof. Pietro Alessandrini (Professore Emerito Politica Economica, Facoltà di Economia “G. Fuà” Università Politecnica delle Marche), il Dott. Alessandro Guzzini (Amministratore Delegato di FinLABOsim, Professore Associato dell’Università di Macerata), il Dott. Alfredo Bardozzetti (Ufficio Analisi e Ricerche economiche e territoriali BANCA ITALIA)

———————————-

Venerdì 2 dicembre, a Fabriano, presso l’Oratorio della Carità,

si terrà il Convegno

“BREXIT: REAZIONE DEI MERCATI ECONOMICI E FINANZIARI”,

organizzato da “ANDE Marche”

in collaborazione con:

“Fondazione Aristide Merloni”

“Fondazione Cassa di Risparmio di Fabriano e Cupramontana”

e la partecipazione di “BANCA ITALIA Ancona”.