IL “SOGNO”: ARMONIA E DISCORDIA

‘L’entusiasmo per il Sogno di una notte di mezza estate nasce dalla naturale stesura dell’opera che intreccia fantastico e reale. Nella fase rem di un giovane artista prendono vita i suoi fantasmi che, mossi dalle muse, lo porteranno al risveglio a mettere su carta le sue intuizioni notturne. Il sogno, quale momento di infinite possibilità per l’uomo attento, diventa lo scenario dei personaggi dell’opera shakespeariana.

Il giovane artista (che si immedesima in Puck all’interno del suo sogno) attiva una drammaturgia che fa viaggiare in bilico tra fantasia e realtà le sorti degli uomini. Sospeso fra sonno e veglia, inscena armonie, asseconda discordie, dirige una messinscena dei sentimenti umani. La regia ne asseconda la lettura adattando il linguaggio ad una comprensione contemporanea, (senza inficiare il linguaggio poetico) utilizzando pochi elementi scenici e lasciando ai giovani attori il compito di far divertire il pubblico.’ (Nota di Regia)
———————–
TEATRO BRANCACCINO
Via Mecenate 2 – Roma
24 FEBBRAIO 2017 – Ore 20
TeatroSenzaTempo Produzione Spettacoli Teatrali
SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE
Traduzione, Adattamento e Regia: Mary Ferrara
Coreografie: Mattia Di Napoli
Con
Giulia Capuzzimato-Andrea De Luca-Jessica Di Bernardi-Davide Fasano-Federico Fiordigigli-Silvia Magazzù-Marco Maradei-Andrea Palmieri-Mariaenrica Recchia-Virginia Risso-Mariella Rotondaro-Chicco Sciacco-Aldo Sorrentino-Valerio Villa
Assistente alle coreografie: Alessia Cutigni – Costumi: Giulia Capuzzimato
con la partecipazione di
Domenico Argentieri-Matteo Maria Dragoni
E con la partecipazione straordinaria di
Antonio Sebastian Nobili
Ufficio Stampa: MPS – Foto: Lorenzo Pifferi per Fotospettacolo.it