TEATRO MANZONI: TENERO AMORE IN LETTONIA

Un Amore  di Aleksei Arbuzov,  autore e regista russo rappresentato in varie nazioni dell’occidente europeo, e con grande successo in Francia,   tradotto da Pol Quentin, per l’interpretazione  di Edwige Feuillère.

E’ alla fine di luglio dell’anno 1968, accanto al litorale del golfo di Riga, in Lettonia che ha inizio questa storia. I protagonisti sono il primario di una clinica Rodion  Nikolaievitch (Carlo Alighiero)  Lidija Vasil’evna, (Elena Cotta) e una affascinante gitana ( Ania Sesia ) che danza e canta bellissime canzoni russe.

Se non ci fosse stato l’incontro tra Lidia Vasil’evna e Rodion Nikolaievitch vissuto dai due come uno scontro, come un gioco d’amore, entrambi avrebbero continuato a vivere i loro giorni in modo sempre uguale. Lei ormai esclusa dal lavoro artistico accetta di fare la cassiera al circo godendo del successo dei suoi compagni. Lui continuando a far le ore piccole restando in attesa della figlia, che vive dall’altra parte del mondo, struggendosi al canto zigano per cacciare …. la malinconia mandando tutti al diavolo.

Un amore vissuto con pudore e intelligente ironia, all’insegna della fantasia e della grande tenerezza.

Nella commedia i ricordi, i sogni, i momenti salienti, le esperienze di vita si snodano, si intrecciano, si scontrano e si incontrano  con ritrovata fiducia nella vita.

————————————–

TEATRO MANZONI

 dal 23 febbraio al 19 marzo 2017

Elena Cotta    
Carlo Alighiero

Ania  Sesia

Un amore

(un battello per Liepaja)

di  Aleksei Arbuzov – Pol Quentin

Musiche elaborate da  Enzo De Rosa             

Scene Armando Mancini                                     

luci  Mirco Maria Coletti

video di Andrea Carpiceci                                            

libero adattamento e regia

Carlo Alighiero