VEDO NERO, MA CON HUMOUR

VEDO NERO, MA CON HUMOUR

Sarà in scena al Teatro Brancaccino dal 12 al 22 dicembre lo spettacolo AFTER THE END di Dennis Kelly, regia di Marco Simon Puccioni. Protagonisti: Miriam Galanti, Federico Rosati. After the End è stato rappresentato per la prima volta nel 2005 a Londra al Traverse; una piece claustrofobica venata di humor nero con un forte potere di attrazione verso il pubblico.

C’è stata un’esplosione, probabilmente nucleare, forse un attacco terroristico che ha ucciso migliaia di persone e distrutto la città. Mark è riuscito a salvare Louise trascinandola inconscia nel suo rifugio antiatomico privato. Mark si era preparato al peggio e ha tutto ciò che pensa di aver bisogno per sopravvivere; cibo piccante in scatola, Dungeons and Dragons e un coltello.

Una volta dentro al rifugio tutto quello che Mark e Louise possono fare è aspettare fino a che non sia sicuro andare fuori. Nell’attesa però si scatenano gli aspetti più torbidi dell’animo umano e tra Mark e Louise si instaura una lotta per l’amore e il potere in cui vittima e carnefice si scambiano continuamente i ruoli. Riusciranno a sopravvivere all’attacco? Riusciranno a sopravvivere l’uno all’altro?

Note di Regia di Marco Simon Piccioni – Questa la premessa di Dennis Kelly noto autore britannico di cinema (Black Sea), televisione (Utopia, Spooks) e per il suo teatro da “schiaffi in faccia” (Orphans, DNA, Osama the Hero, Love and Money).  Kelly sembra avere una grande abilità nel comprendere i nostri stili di vita contemporanei ed è implacabile nel smontare tutti gli schemi e le difese che ci proteggono e ci ingabbiano. Nelle sue opere i valori tradizionali sono in crisi e in un mondo in cui amore e denaro sono diventati equivalenti i punti di riferimento appaiono instabili e i personaggi devono lottare per restare umani.

In After the End, una delle sue opere più riuscite, il dialogo ha un tono leggero e all’inizio, a dispetto della situazione, i personaggi rendono la commedia quasi comica. La cosa non dura molto perché Mark, da proprietario del rifugio si sente autorizzato a dettare le regole del gioco e a imporre a Louise di fare ciò che desidera razionando il suo cibo.  Quando la costringe a giocare a Dungeons and Dragons “per il suo bene” la coercizione si intensifica e si trasforma in un gioco al massacro. Una messa in scena essenziale, pochi elementi di arredo per questo rifugio e solo due attori in scena, ma con dialoghi dal ritmo serrato e duro che mano a mano spogliano i personaggi mettendo a nudo le loro paure e fragilità. After the End è un perfetto thriller psicologico che prende lo spettatore e lo accompagna fino alla fine senza mollarlo un attimo e senza mai rinunciare ad un romanticismo disperato e ad un umorismo nero. – Marco Simon Puccioni

 

Teatro Brancaccino

Botteghino
Via Merulana, 244 – 00185 Roma

Mailbotteghino@teatrobrancaccio.it

Telefono 06 80687231
Whatsapp 344 1455127

Categorie Teatro