IL “NOIR ESISTENZIALE” DI LUCA PALLANCH

IN LIBRERIA: IL “NOIR ESISTENZIALE” DI LUCA PALLANCH

“Un cassettaro è un nostalgico della mala che persegue l’illusione del colpo perfett

In una ricca e sonnolenta città di provincia viene rilasciato per buona condotta, dopo vent’anni di detenzione, Vincenzo Sabelli, noto alle cronache per un leggendario e misterioso colpo nella principale banca dell’intera provincia. Fuori lo attendono una tuta da giardiniere comunale e i vecchi complici, rimasti impuniti e perfettamente reinseriti nella vita cittadina. Riuscirà Vincenzo Sabelli, in arte il gentleman, a recuperare la sua parte di refurtiva e a realizzare l’ultimo colpo della sua vita? E il suo rivale, il commissario Tretti, dal quale era stato incastrato, riuscirà prima di andare in pensione a sgominare le due bande di slavi e di cinesi che si contendono il territorio? Un noir esistenziale alla luce di un sole torrido, dove ogni personaggio è destinato a cambiare perché tutto è già irrimediabilmente cambiato.

“In un’epoca di condivisione, ho condiviso lo sguardo di un antieroe, Vincenzo Sabelli, che avrebbe voluto evadere dalla realtĂ  per calarsi in un film di Jean-Pierre Melville: spioni, sciacalli e samurai, un’armata di jene, senza nome.

La sua visione del mondo, rielaborata con gelido distacco nell’oscuritĂ  di una cella, vi spiazzerĂ ” (Luca Pallanch).